Google-certified consent management platform
Home Articoli Scadenza di marzo di Google per la conformità alla privacy: CMP, Consent Mode e garanzia di continuità per la pubblicità

Scadenza di marzo di Google per la conformità alla privacy: CMP, Consent Mode e garanzia di continuità per la pubblicità

Marzo segna la scadenza di Google per i requisiti per gli inserzionisti nel SEE, come confermato nel loro ultimo articolo. Scopri perché è necessaria una piattaforma di gestione del consenso certificata da Google che supporti Consent Mode e protegga le tue entrate pubblicitarie nel 2024 e oltre.
di Usecentrics
Feb 2, 2024
Google-certified consent management platform
Table of contents
Mostra di più Mostra di meno

Con l’entrata in vigore dei suoi nuovi requisiti nel 2024, Google potrebbe risultare più convincente rispetto alle istituzioni governative per quanto riguarda la necessità della conformità alla privacy dei dati. Questo è quanto emerge dal loro ultimo articolo di Shirin Eightesadi, Director Product Management.

 

L’evoluzione delle normative sulla privacy ha imposto requisiti rigorosi a Google e agli altri “gatekeeper” designati. Uno dei principali requisiti è la necessità di segnalare a Google il consenso verificabile dell’utente al fine di preservare le funzionalità di personalizzazione degli annunci di Google.

 

Continua a leggere per scoprire quali sono i nuovi requisiti di Google per gli inserzionisti nell’UE e nello SEE, come proteggere i proventi pubblicitari, i vantaggi del marketing basato sul consenso e altri modi in cui la raccolta dei dati degli utenti sta evolvendo e di cui è necessario essere consapevoli.

Cosa si intende con scadenza di Google per gli inserzionisti?

I nuovi requisiti di Google hanno lo scopo di facilitare la conformità alle normative sulla privacy dei dati, come il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR), la Direttiva ePrivacy e altre normative pertinenti nell’UE/SEE e nel Regno Unito. Inoltre, tali requisiti migliorano l’applicazione delle norme relative al consenso degli utenti dell’UE (UCP UE) di Google, in particolare per quanto riguarda il pubblico e le soluzioni di misurazione.

Se utilizzi Google Ads, Google Analytics e Google Marketing Platform per pubblicare annunci personalizzati in queste aree geografiche, devi rivedere il modo in cui ottieni e segnali il consenso degli utenti finali (principalmente i consumatori online). Le organizzazioni che non soddisfano questi requisiti entro la scadenza di marzo 2024 di Google non potranno fare pubblicità personalizzata nell’UE/SEE e nel Regno Unito utilizzando le piattaforme di Google nello stesso modo, ovvero perderanno l’accesso alle funzioni di personalizzazione degli annunci.

 

Le aziende possono rispettare i requisiti di Google implementando una CMP di un partner certificato da Google per ottenere e gestire un valido consenso degli utenti. La CMP deve inoltre essere integrata con la versione più recente della modalità di consenso di Google (Google Consent Mode in inglese) per segnalare le informazioni sul consenso dell’utente alle piattaforme di Google.

Chi è un inserzionista?

 

Con inserzionisti si intendono aziende o persone che si impegnano a promuovere prodotti, servizi o marchi attraverso vari canali di comunicazione, tra cui piattaforme pubblicitarie online come Google Ads. Queste entità utilizzano strumenti di marketing e pubblicità digitali per rivolgersi a potenziali clienti e tenere traccia dei dati di conversione, ad esempio utilizzando Google Analytics.

 

In breve: se gestisci campagne pubblicitarie sulle piattaforme tecnologiche di Google o utilizzi Google Analytics per misurare l’impatto dei proventi pubblicitari in Europa, devi conformarti ai requisiti di Google per garantire la continuità dei ricavi provenienti dagli annunci dopo marzo 2024.

Quali sono i requisiti per un consenso verificabile ai sensi delle norme relative al consenso degli utenti UE di Google?

 

Le principali disposizioni delle norme per terze parti che utilizzano i servizi Google sono:

  • il consenso legalmente valido deve essere ottenuto dagli utenti finali per:
    • uso di cookie o altro sistema di archiviazione locale ove richiesto dalla legge e
    • raccolta, condivisione e utilizzo dei dati personali per la personalizzazione dell’annuncio
  • quando si richiede il consenso dell’utente finale, le parti devono:
    • conservare le registrazioni del consenso dell’utente
    • permettere agli utenti finali di revocare il consenso in qualsiasi momento e fornire istruzioni chiare per farlo

 

Google Consent Mode è stata lanciata nel 2020 e uno dei suoi principali vantaggi all’epoca era il modo in cui consentiva di tracciare e analizzare i dati, anche quando gli utenti non fornivano il consenso. La modalità di consenso e il suo valore si sono evoluti da allora e oggi funziona come strumento di segnalazione che consente di controllare altri strumenti e servizi in base alle informazioni di consenso ottenute.

 

Ad esempio, quando utilizzi Google Analytics, Google Tag Manager o Google Ads, Google Consent Mode ti aiuta a ottimizzare i tassi di opt-in e a ottenere informazioni sulla conversione per gli utenti che non forniscono il consenso.

 

Google Consent Mode v2 rilasciata lo scorso novembre include due nuove impostazioni: ad_user_data e ad_personalization, che controllano l’utilizzo dei dati personali e la personalizzazione dell’annuncio in base al consenso dell’utente.

 

Gli inserzionisti che implementano una piattaforma di gestione del consenso possono raccogliere informazioni di consenso legalmente valide dagli utenti. Consent Mode consente loro di segnalare automaticamente tali informazioni a Google, trasmettendo informazioni di consenso per l’uso dei cookie e di altre tecnologie di tracciamento da parte degli utenti. I tag in uso regolano automaticamente il comportamento di Google Ads, Analytics e altro per rispettare le scelte di consenso degli utenti e le normative sulla privacy dei dati.

 

Attualmente, Consent Mode supporta i seguenti servizi Google:

  • Google Analytics
  • Google Ads (Google Ads Conversion Tracking and Remarketing)
  • Google Tag Manager
  • gtag
  • Floodlight
  • Conversion Linker

La CMP di Usercentrics è il partner Google CMP ideale

La CMP di Usercentrics è stata anche una delle prime piattaforme CMP a ricevere la certificazione quando Google ha lanciato il CMP Partner Program nel 2022. Quando Google ha annunciato le modifiche a Consent Mode alla fine del 2023, la CMP di Usercentrics è stata aggiornata rapidamente per supportare l’integrazione di Consent Mode v2.

 

Quando viene implementata la CMP di Usercentrics, Consent Mode è attivo per impostazione predefinita, ovvero gli aggiornamenti all’API Consent Mode più recente sono automatizzati.

 

La CMP di Usercentrics consente all’inserzionista di ottenere un consenso legalmente valido e di segnalarlo a Google per soddisfare i requisiti necessari per continuare a offrire pubblicità personalizzata nell’UE/SEE e nel Regno Unito.

 

1. Configura la CMP per web o app di Usercentrics

Analizza tutti i servizi di elaborazione dati (DPS) utilizzati sul sito web o sull’app. Configura in modo rapido e personalizza completamente la CMP di Usercentrics con la nostra interfaccia utente intuitiva.

 

2. Implementa la CMP sul sito web o sull’app

Implementa il tag dello script della CMP direttamente sul sito web o tramite Google Tag Manager. Regola gli script dei servizi di elaborazione dati rilevati dalla scansione. Per le app, l’implementazione è facile con lo SDK di Usercentrics. Google Consent v2 è attiva per impostazione predefinita, quindi è tutto pronto per raccogliere e segnalare un consenso utente valido.

 

3. Goditi i vantaggi di Consent Mode v2

Rispetta le scelte di consenso degli utenti e regola automaticamente il comportamento dei tag Google e dello SDK trasmettendo il segnale di consenso a Google. Raccogli ulteriori informazioni sugli utenti con i modelli di conversione e Advanced Consent Mode, anche quando gli utenti non forniscono il consenso.

 

Se hai bisogno di assistenza per l’implementazione, consulta la nostra documentazione relativa a Google Consent Mode per web e app mobili/giochi oppure rivolgiti a un partner qualificato per farti aiutare a implementare e aggiornare la tua soluzione di consenso Usercentrics.

In che modo i requisiti di Google influiscono sulla pubblicità?

Le organizzazioni hanno bisogno dei dati degli utenti per molti scopi di marketing digitale, inclusa la pubblicità. È possibile pubblicare campagne pubblicitarie basate su dati e analisi limitati e non personalizzati, ma la maggior parte degli esperti di marketing desidera essere in grado di analizzare, segmentare e targettizzare vari destinatari per massimizzare la spesa e le conversioni degli annunci. Per attivare questa funzione, è necessario disporre di dati provenienti da e relativi a questo pubblico. Sempre più spesso, tuttavia, le organizzazioni devono ottenere il consenso dei clienti prima di poter raccogliere e utilizzare i dati.

 

1. A partire da marzo 2024, dovrai dimostrare di avere il consenso degli utenti prima di poter pubblicare annunci tramite i servizi Google.

 

2. Le aziende che implementano una CMP e Google Consent Mode saranno in grado di segnalare le informazioni di consenso a Google e fornire annunci personalizzati agli utenti che hanno acconsentito al rilascio di tali dati. Se un utente non ha fornito il consenso, le aziende possono comunque pubblicare annunci, ma non personalizzati. Tuttavia, in base al secondo requisito di Google, gli utenti devono essere in grado di modificare le proprie scelte di consenso in qualsiasi momento (anche molte leggi sulla privacy dei dati lo richiedono), quindi un utente può decidere di consentire annunci più personalizzati in un secondo momento.

 

3. Le aziende che non implementano una CMP e Google Consent Mode entro marzo 2024 potranno continuare a pubblicare annunci pubblicitari sulle piattaforme Google, ma quelli non personalizzati che si basano su dati più aggregati e non su analisi specifiche degli utenti.

 

4. Se utilizzi API/SDK Google per condividere i dati del pubblico dai tuoi siti web e/o app con Google, devi anche eseguire l’aggiornamento alle loro versioni API più recenti per garantire che le informazioni sul consenso vengano segnalate a Google.

Sfrutta le opportunità di marketing basato sul consenso con Usercentrics e Google Consent Mode v2

In che modo i cambiamenti di Google incentrate sul consenso stanno rivoluzionando l’uso dei dati online

 

I dati generalizzati di terze parti sono diventati obsoleti nel marketing digitale a causa della mancanza di precisione e dei problemi legati alla privacy, di conseguenza le aziende si affidano sempre meno a essi. Ciò include Google, che sta ponendo fine all’utilizzo di cookie di terze parti, una mossa inizialmente annunciata diversi anni fa. All’inizio di gennaio 2024, il browser Chrome di Google ha iniziato a disabilitare i cookie di terze parti per circa l’1% dei suoi utenti globali, con un’implementazione completa di questa modifica prevista per la fine dell’anno.

 

Il Server-Side Tagging è un altro modo per andare oltre i dati di terze parti e affrontare le sfide delle normative sulla privacy dei dati e delle tecnologie web in continua evoluzione. Usercentrics offre una soluzione Server-Side Tagging che si integra con i servizi Google e Google Consent Mode per aiutarti a creare una strategia di marketing digitale a prova di futuro.

 

Conclusioni e fasi successive per gli inserzionisti

Il termine ultimo di marzo 2024 per gli inserzionisti nell’UE/SEE e nel Regno Unito è quasi arrivato. Fortunatamente, l’implementazione della CMP di Usercentrics con l’integrazione di Google Consent Mode per siti web e app è facile e veloce e ti fornirà le basi giuste per proteggere le tue prestazioni digitali nel 2024 e oltre.

Preparati per la conformità a Google CMP

Hai altre domande?

Guarda la CMP di Usercentrics in azione e ottieni le risposte a tutte le domande.

Hai bisogno di assistenza per l'implementazione?

Seleziona un partner certificato Usercentrics con cui lavorare

Articoli correlati

The-Digital-Markets-Act-and-legal-compliance

Digital Markets Act e conformità legale: guida per le aziende che utilizzano i servizi di piattaforma di base

Il Digital Markets Act (DMA) stabilisce nuove regole per i gatekeeper tecnologici e per le aziende che utilizzano i...

Usercentrics supporta la versione più recente di Google Consent Mode

Usercentrics supporta la versione più recente di Google Consent Mode

Scopri come implementare la Modalità di consenso di Google con la piattaforma di gestione del consenso (CMP) Usercentrics...